027 – Another diamond…

E quindi si e’ finalmente arrivati alla fine di questo campionato; che verra’ ricordato solamente se sancira’ la fine di un ciclo. Gia’ non ricordo la differenza tra scudetto 2 e 3. Io sono convinto che l’anno prossimo vinceremo piu’ o meno in scioltezza pure il sesto. Perche’? Perche perfino un coglione da bar come me in vari momenti della stagione ha pressoche’ predetto tutto quello che e’ poi successo. Sono il nuovo Pistocchi? Il Piccinini di Bel Air? Il Tosatti del Barrio Latino? No. E’ che in fondo era ovvio e certe conclusioni erano pressoche’ set in stone. L’unico motivo per cui ho inziato questo Blog e’ perche’ mi piace criticare. Ammetto di avere perso entusiasmo a inizio gennaio quando era ovvio che avremmo vinto il campionato e beccato Barcelona o Bayern in Champions.

Abbiamo vinto il campionato perche’ siamo i piu’ forti. Punto. Abbiamo vinto perche’ pur avendo iniziato il campionato con handicaps vari, anche fallendo, eravamo chiaramente I migliori. Abbiamo vinto perche’ la Juve societa’ ha un progetto preciso, un’orchestra che non dipende da singoli musicisti e neanche piu’ di tanto dal conduttore. La societa’ c’e’ ed e’ la stessa da quasi 100 anni. Non ci sono cinesi ipotetici, petrolieri di turno, produttori di cinema, Italian stallions da broccolino, New York o mafiosi che vanno con le minorenni.

A volte, alla sera, quando torno a casa alticcio osservo il buco del cesso ondeggiare e mi assale il panico. Riusciro’ a centrarlo? E’ il cesso che balla o e’ il mio corpo che cambia? Allora mi siedo, come una signorina. Il dilemma scudetto e’ andato pressoche cosi’. Mi sono seduto a Sassuolo, ho fatto e ho guardato le avversarie annegare poco a poco. Non il Bayern. Quello e’ uno stronzo difficile da far sparire. Come espresso piu’ volte la colpa e’ stata di Allegri che ha sottovalutato il Sivigla – unico errore di stagione.

Comunque vediamo un po’ le avversarie:

Inter

D’inverno le rondini emigrano. Poi tornano a primavera. Troppo poco per ambire allo scudetto. Avevo previsto che l’Inter si sarebbe rivelata una squadraccia. Societa’ che si ostina a non credere nel vivaio nonostante I risultati pressoche’ buoni della primavera. Non ha insistito con Stramaccioni. Ha cannatto la scelta del Walter (allenatore che si vantava di non essere mai stato esonerato – non gli e’ rimasto neanche quello) e ha puntato tutto sul Mancio 2.0. Io ho espresso a piu’ riprese che a me Roberto non piace e non lo considero un top allenatore. La rosa era assemblata con giocatori talentuosi, un top player (Icardi), vari ed eventuali + un uomo di merda: Felipe Melo. Giusto questa settimana ha minacciato di volere restare all’inter per vincere lo scudetto. A meta’ stagione I nerazzurri hanno dato via capitan panchina e pure l’uomo mercato Guarin… per poi prendere Eder, l’uomo Lambada. Un vero e proprio one hit wonder di 30 anni. Quindi non mi e’ chiaro se all’inter c’e’ un progetto chiaro o no. A voi eventuali altre considerazioni.

Roma

Il mio pensiero principale e’ che finche’ la Roma si affidera’ a giocatori da prima repubblica (De Rossi e Totti) non fara’ mai il salto di qualita’. Il suo atteggiamento da provinciale arricchiata viene fuori in Champions dove regolarmente viene presa a schiaffi. A me la Roma piace molto e Spalletti e’ un allenatore molto serio con carattere forte che deve pero’ essere lasciato libero di lavorare. La societa’ forse l’ha capito. E la piazza? La piazza si emoziona per Totti che il populismo romantico vorrebbe in campo (o meglio in panchina) anche l’anno prossimo. Ovviamente io sono contrario o forse favorevole cosi’ la Roma si auto eliminera’. Sara’ interessante vedere come operera’ la societa’ senza Sabatini. Insomma per me e’ un po’ un’incognita ma anche qui, a dicembre, avevo detto che non era una pretendente per lo scudetto.

Milan

Ha ha ha ha ha ha. Next please.

Fiorentina

Io non sono un fan di Sousa. Semplicemente non ho mai beccato partite in cui la Fiorentina abbia giocato bene e quindi non so che dire. Pare abbia fatto miracoli con la rosa che aveva a disposizione (pero’ aveva anche Prade’). Forse Sousa si e’ veramente superato ma trovo sconcertante la sincerita’ con cui abbia ammesso apertamente che ad un certo punto della stagione non c’ha capito piu’ un cazzo e la squadra e’ andata in vacca. Cioe’, il leader non puo’ dire certe cose, specialmente se deve ispirare, preparare e motivare. A Gennaio dissi che Sousa non avrebbe finito l’anno. Magari lo fa ma sara’ quasi di sicuro divorzio. Perche’? Boh, i Della Valle litigano con tutti quindi non ne farei un caso personale.

Napoli

Ecco, allora, io qui dico che il Napoli ha fatto un grande campionato ma ha fatto l’Icaro. E’ un peccato che una squadra cosi’ non riuscira’ a conquistare un titolo. Il calcio e’ uno sport di giustizie sommarie. Cioe’ il Milan rischia di vincere la Coppa Italia e il Napoli niente. La Coppa Italia sara’ anche una coppetta della minchia ma sempre argenteria e’. Il Napoli non vincera’ una tega mentre magari l’Europa League la poteva vincere se solo si fosse accorta che lo scudetto non era un’obiettivo reale. L’ambiete si e’ mostrato ingenuo. C’e’ stato un calo psicologico verticale che ha messo in evidenza I limiti fisiologici di un gruppo che viaggiava gia’ al massimo. Hamsik e’ un buon giocatore. A Napoli ha trovato la sua dimensione. Alla Juve farebbe turn over. Higuain per quanto bravo non e’ un campione. Non e’ un leader e se lo e’, e’ evidente che a Udine abbia sventolato bandiera bianca. Sarri, il ragazzo di campagna, ha fatto quel che poteva. Gli hanno fatto un corso accellerato in antipatia made in Toscana modello Lippi o Mazzarri e lui ci ha provato. Prima dicendo che del mercato non fregava un cazzo (in ritiro) salvo poi dire che il campionato era falsato perche’ la Juve ha piu’ soldi. Poi se l’e’ presa con il calendario e nel mezzo ha dato del frocio a Mancini. Poi nel finale, ha deciso di fare una schettinata facendosi espellere a Udine. In tutto questo De Laurentiis e’ stato pressoche’ zitto e il che mi ha stupito. C’ha pensato Maradona oggi a dire le sue solite 4 cazzate in croce.

Ci sara’ tempo di analizzare la stagione che verra’ ma direi che questo scudetto ha consacrato Allegri come allenatore top. Allegri e’ perfetto per la Juve. Aziendalista paraculo, bravo tatticamente, grande motivatore e soprattutto calmo nel relazionarsi con I media. Ha perso le staffe solo con Sacchi. A Ottobre ha esordito in una conferenza stampa dicendo “oggi parlo io” e alle parole ha aggiunto risultati e continuita’. Sa costruire relazioni forti con I giocatori di cui si fida (Pogba, Dybala, Buffon, Bonucci). Cosa chiedere di piu’? Beh, Siviglia.

Ha dovuto rifare la formazione e per il secondo anno di fila non ha avuto la possibilita’ di eseguire una preparazione atletica adeguata (il primo anno arrivo’ a inizio ritiro, quest’anno ha avuto molti acquisti fatti nell’ultima settimana di calcio mercato, a campionato gia’ iniziato). Sento in molti lamentarsi degli infortuni quest’anno. Sinceramente hanno forzato scelte scomode di turn over, forzato una gestione del gruppo che poteva diventare spinosa. Rugani ha avuto la possibilita’ di esprimersi, Lemina tanto male non sembra essere, Hernanes ha pur sempre dato il suo contributo e in attacco l’infortunio di Mandzukic sul piu’ bello ha garantito un po’ di rotazione. A Monaco non abbiamo di certo perso perche’ ci mancavano uomini chiave.

Per Dybala non parlerei di rivelazione ma di acquisto azzeccato. Non e’ stato un vincere la lotteria come invece e’ successo con Coman e Pogba ma per 40 millioni abbiamo ricevuto un giocatore da 40 millioni. Per me I tre giocatori che hanno fatto la differenza quest’anno sono stati Buffon, Barzagli e Khedira.

Buffon. A 38 anni non ha eguali. Se ne sara’ accorto anche Neto che a meta’ stagione ha osato pure mugugnare. Peccato che lui a Monaco proprio non riesce ad esprimersi. Sara’ lo stesso anche l’anno prossimo? Time will tell ma chiunque lo sostituira’ e’ destinato a fallire.

Barzagli. A 35 anni e’ pur sempre una certezza. Io sono pazzo per Bonucci ma Barzagli merita una nota speciale per come riesca a rinnovarsi ogni stagione. Spero possa restare alla Juve modello Costacurta.

Khedira. E’ fragile, lo si sapeva. Per fortuna non e’ Redondo fragile. E’ un uomo da 25-30 partite l’anno, ma che classe! Ennesimo colpo a costo zero da mille e una notte. Personalita’, tattica e altissima tecnica. Questo e’ un uomo che ha vinto mondiale e Champions League. Questo e’ il tipico giocatore che esprime sicurezza; che lo vedi in formazione e pensi “beh, ma c’e’ Khedira”. La cremeria di casa Juve.

Ce ne sono altri: il solito Pogba e appunto Dybala ma anche Mandzukic e Alex Sandro. Tutti bravi.

Sfortunatamente ogni stagione abbiamo un giocatore che non gioca. L’anno scorso fu Romulo (che parabola ha avuto, poveretto!), gli anni prima Pepe e Marotta comprava un giocatore inutile all’anno (Bendtner, Anelka, Toure…). Quest’anno e’ stato il turno di Pereyra – praticamente non pervenuto. Allegri pare credere parecchio in lui ma ci sara’ spazio l’anno prossimo? Si puo’ realmente puntare su di lui?

Da rivedere c’e’ Lemina che malvagio non sembra.

Penso, ahime, che sia una bocciatura per Zaza. Direi che c’e’ un problema caratteriale. Lui ci ha messo del suo con dichiarazioni fuori luogo, ammonizioni inutili e chiaramente incomprensioni varie con Allegri che di fatto l’ha epurato a Gennaio nonostante i gol pesanti e bellissimi.

In generale, complimenti alla societa’ anche se… in fondo in fondo… la Champions era l’unica cosa che contava e anche quest’anno e’ sfuggita. Peccato. Un altro anno a rosicare.

Annunci

026 – Post Mortem

1977122_1061385420573965_6680348587359911243_nNon ho piu’ scritto e so di non essere mancato. Semplicemente non c’e’ molto da dire su uno scudetto che era chiaro, dalla decima vittoria consecutiva, che sarebbe restato a Torino. E’ anche troppo presto per il calcio mercato. E tu mi dirai “e sui fatti di Monaco”? Che dire, onore ai vincenti e la consapevolezza che quest’anno era davvero l’anno buono. Ma, ci siamo fatti male da soli come io ho piu’ volte sostenuto. Di fatto eravamo eliminati a Novembre quando abbiamo mandato a puttane il primate nel girone. Che poi tutti vogliano sfottere che la Juve non sa vincere in Europa, beh, i fatti dicono che i gufi hanno ragione. Certo meglio uscire con il Bayern o il Barca che con Siviglia or Galatasaray.

Ci siamo andati vicini con il Bayern, ci abbiamo provato ma quando hanno agguantato il pareggio era chiaramente finita. A chi rimpiange Vidal e Coman ci sono due considerazioni da fare. Vidal aveva bisogno di cambiare aria. Si era stancato di Torino e probabilmente i giocatori attorno a lui nella Juve erano di un livello qualitativo troppo inferiore per permettergli di esprimersi al meglio. Nel senso che indubbiamente il Bayern ha qualitativamente piu’ qualita’. Ne ha anche la Juve ma il Bayern ha una struttura diversa, forse migliore. Vidal e’ un guerriero ma non un leader. Lo si e’ visto contro il Barca dove il guerriero e’ diventato un gattino. Coman e’ un discorso a parte. Il ragazzo avrebbe giocato parecchio quest’anno ma come ha detto Allegri il francese ha voluto andarsene. Siccome e’ inutile trattenere giocatori contro voglia non vedo il problema. Che quest’anno con Guardiola sia sbocciato non vuol dire che l’avrebbe fatto anche a Torino. E’ la solita storia di Messi e il Como. A Como Messi non sarebbe diventato il migliore giocatore del mondo.

Il campionato, direi che anche l’anno prossimo si puo’ puntare al sesto scudetto, Roma permettendo. Premetto che io spero in un ritorno delle Milanesi. Giocare un campionato mediocre non aiuta in Europa. Il PSG si e’ allenato tutto l’anno e ha toppato clamorosamente contro il City. Anche se I cinesi investono in Milan e Inter serve, secondo me, un anno di assestamento dove il club deve credere in una filosofia indipendentemente dai risultati. Poi se si cambia allenatore e si rincomincia da capo ad ogni disfatta ecco che un altro anno e’ andato e sempre meno gente va allo stadio.  Brocchi potrebbe funzionare ma devono dargli tempo e pianificare. Io credo molto nei vivai e quella dovrebbe essere la soluzione per l’inter. Che senso ha comprare Felipe Melo? Giocatore a fine carriera che mai ha vinto nulla. Cioe’ non e’ come comprare Pirlo che porta esperienze vincenti tipo un campionato del mondo, 6734986548 scudetti e 2 champions.

La Roma e’ l’unica squadra che con mercato azzeccato puo’ insidiare la Juve l’anno prossimo. Anche l’Inter se arrivano un po’ di soldi e mettono la museruola al Mancio. Il Napoli restera’, secondo me, un’incompiuta. Sara’ dura tenere Higuain ma sopratutto forzerebbe il Napoli a sostenere pressioni troppo elevate e Higuain non e’ un leader. E’ un bravissimo giocatore. Vedi Udine. Puoi trovare tutte le scuse che vuoi: la Juve, gli X files, Licio Gelli, le Cavallette… ma se in porta hai un Gabriel lo scudetto non lo vinci. Higuain si e’ sentito solo, avra’ pensato “faccio 30 gol ma giochiamo senza portiere”. Un po’ come Christiano Ronaldo che qualche settimana fa ha detto “se fossero tutti bravi come me”. Certo non una cosa carina ma come dargli torto? Quindi la Roma, se la societa’ epura Totti e magari vende pure De Rossi puo’ sicuramente ambire al titolo. Non piu’ legata a senatori a vita potrebbe finalmente programmare una stagione da squadra di calcio moderna.

Parliamo all’ora dell’anno che verra’.

Su Buffon che dire. Neto ha dimostrato di non essere un’alternativa affidabile. Non e’ neanche simpatico come lo era Storari. Gigi c’e’ ancora. Non e’ fortunato a Monaco dove ha preso 10 gol in 3 partite. Riuscira’ a tenere duro anche l’anno prossimo? Time will tell ma bisognerebbe essere preparati con un’alternativa. E per favore, basta Brasiliani, restiamo in Italia. Grazie.

Approfondisco sulle bandiere. Il campione deve sapere quando smettere ed e’ chiaro che non lo sa sempre fare – perche’ soffre di onnipotenza. Kobe Bryant avrebbe dovuto smettere un paio di stagioni fa. Valentino Rossi, perche’ corre ancora? E’ chiaramente inferiore a Marquez. Shumacher dimostro’ a fine carriera che insomma era 80% la macchina e la struttura Ferrari e molto meno il pilota. Del Piero era chiaramente una zavorra. E che dire di Maldini e il triste non riconoscimento di San Siro? E Zanetti, perche’ non smettere da vincitore della Champions? E’ dura, quasi impossibile restare al top tutta una carriera e una grande squadra deve essere libera da certi legami sentimentali. Ha forse sbagliato il Real a dare il ben servito a Casillas e Raul? I fatti dicono di no. E il Manchester United, frega ancora qualcosa di Rooney, un giocatore in netto declino fisico da almeno 3 anni? E che dire di Gerrard che per scherzo del destino e’ colui che ha frantumato i sogni di gloria due anni fa perdendo palla contro il Chelsea? Certo poi c’e’ Giggs e Scholes anche se questi due hanno sempre giocato con Ferguson e a livello internazionale, con altri allenatori, hanno lasciato a desiderare.

E ancora, Marchisio, il principino ha indubbiamente molte altre stagioni davanti a se ma indubbiamente c’e’ stata un flessione quest’anno. Colpa degli infortuni? Quasi di sicuro ma se Ancelotti veramente offrisse 50 millioni? Beh, a 30 anni io direi di prenderli. Per Bonucci e’ un altra storia. Sara’ lui a fare di Rugani il perno della difesa della Juve e della nazionale per i prossimi 10 anni. Barzagli dovrebbe restare e fare un finale di carriera alla Costacurta mentre bisogna valutare se Chiellini e’ ancora integro. Forse Benatia non e’ una cattiva idea anche se il rischio concreto e’ che impedica a Rugani di sbocciare a livello mondiale (direi che a livello nazionale c’e’ gia’). E poi c’e’ la fascia con Lichtsteiner che molto giovane non e’ piu’ e Evra che non e’ piu’ giovane da molti anni. Possiamo ancora contare su di loro? C’e’ mica un Cabrini nel vivaio? Leggo di De Sciglio. Mi sento solo di dire che se Allegri resta De Sciglio puo’ essere il suo Panucci. Alex Sandro, se cambia il nome e’ promosso a pieni voti.

A centrocampo ho moltissime aspettative su Mandragora che dovrebbe stare alla Juve e non andare in prestito. Fare un anno alla Rugani. Se il ragazzo ci sa fare lui e Sturaro sono il futuro. Cuadrado andra’ dal gufo. Personalmente non mi dispiace. Troppo indisciplinato tatticamente e 23 milioni sono tanti. Asamoah e’ un jolly importante ma la tenuta fisica e’ tutta da verificare. Lemina e’ stato sfortunato. Se si puo’ vedere in prestito un altro anno bene, altrimenti ciao senza tanti rimpianti. Su Pogba non so che dire. Gli sponsor, la societa’, Allegri, i tifosi, tutti stravedono per lui. Certo, sarebbe bello tenerlo un altro anno e vedere se e’ veramente un campione. Quest’anno ha iniziato in modo irritante ma agli Europei brillera’. Lo sa bene Raiola. Non ho speranze che Paul faccia un altro anno in bianocnero. Ci spero ma non ci conto. Mino guadagna se il ragazzo rinnova o cambia squadra. E poi c’e’ da considerare che i soldi che prenderemo saranno “fasulli”. Nel senso che anche se ne prendiamo 150 qualsiasi giocatore che proveremo a comprare costera’ 20/30% in piu’. Tipo Goetze, visto che ha fatto un anno ai margini, almeno che non faccia un incredibile Europeo non puo’ valere 50 millioni. Marmotta e Paratici lo sanno e anche per quello e’ dura accontentare Allegri con campioni fatti. Piace il turco e l’armeno del Borussia. Si, piacciono ma di quanto migliorerebbero la Juve? I fatti di Liverpool mi hanno lasciato un po’ stupito. Khedira non puo’ fare piu’ di 25/30 partite l’anno ma il ragazzo porta mentalita’ vincente, tipo una Champions e una coppa del Mondo. Padoin, e’ il Pessotto di Lippi. Deve restare e spero si possa ritagliare un po’ di spazio ora che il campionato e’ finito. Certo se parte Marchisio serve un super centrocampista. Ma chi e’ available in quel ruolo? Di giocatori fatti bravi come Marchisio ce ne sono pochi.

In attacco e’ dove ci sono i maggiori “problemi”. Chiaro che Dybala e’ punto fermo. Fare un altro anno a ruotare Zaza, Morata e Mandzukic sara’ dura. Zaza e’ fortissimo ma deve pensare a se stesso. Sarebbe titolare in moltissime altre squadre, tipo Arsenal e probabilmente anche Chelsea. Ha una testa calda, troppo calda ma la tecnica e’ incredibile. Merita una carriera da protagonista e non alla Amoruso. Arriva Berardi, altra testa matta. Io stravedo per questo giocatore ma capira’ veramente che la Juve e’ un’altra dimensione? Mesi fa scrissi che Berardi doveva per forza fare il salto di qualita’ l’anno prossimo per capire una volta per tutte che tipo di calciatore e’: bomber di provincia alla Hubner o alla Di Natale, cannoniere da squadra di mezza/alta classifica alla Gilardino o alla Signori o campione alla Cavani o alla Higuain. Poi il paragone non calza molto visto che centroavanti non e’. Ecco, il suo ruolo e’ da definire. E’ un Bale? Dovra’ avere pazienza ma Allegri e’ l’uomo giusto. Max fatto benissimo con Morata, Dybala e altrettanto con il faraone al Milan. Pure Balo ha reso con lui. Io sogno che la Juve sforni un Harry Kane. In primavera c’e’ un Kean (assistito da Raiola…). Ecco, abituarlo alla prima squadra non farebbe male. Poi sempre nel vivaio c’e Kastanos e Vadala’. In giro per l’Italia c’e’ Sensi e pare pure Lapadula. Sarebbe bello se uno di loro avesse un futuro alla Juve. Di certo bisogna fidarsi dell’operato di Paratici e Marotta. Ci hanno visto bene con Immobile e pure con Gabbiadini. Era giusto venderli. Si parla anche di un brasiliano di 17 anni. Per 25 millioni non mi sembra il caso, specialmente quando abbiamo Berardi in casa e molte altre promesse low cost con nome meno esotico ma che si sono confrontati con difese vere e non birilli verdeoro.

Finale per i soliti sospetti. In Italia c’e’ sempre la cultura del sospetto, fa parte della nostra mentalita’ passionale e un po’ pasticciona. Se si vuole vedere il male in tutto allora diamoci dentro. Sarri si e’ lamento a piu’ riprese di tutto e di piu’. Dalla Juve che fattura di piu’ al calendario. Ho una sola parola per i Napoletani: Leicester. Ne volete un’altra? Tottenham. Un’altra? Atletico. Queste sono tutte squadre inferiori alle grandi di spagna e Inghilterra eppure l’Atletico e’ li in campionato e champions e ogni anno perde regolarmente il loro bomber (Aguero, Forlan, Falcao, Costa). Ne fa un altro. Il Leicester e’ un piccolo miracolo e se i miracoli non fanno testo all’ora parliamo del Tottenham. Certo, in Inghilterra ci sono altre cifre e budgets  e tv deals ma guardate bene se la loro campagna acquisti degli ultimi due anni e’ veramente basata sullo spandi e spendi. i 3 giocatori migliori del Tottenham sono prodotti del vivaio: Kane, Dier e Alli. I soldi per Bale furono spesi male da Bandini anche se Lamela si e’ ripigliato.

L’arbitro tifa Leicester? Nessun problema, l’hanno cambiato ma Pochettino ha anche detto che a lui non fregava nulla. Ecco, magari parlare di meno e lavorare di piu’ potrebbe essere un’idea accattivante. Sul calendario stesso discorso. Nessuno in Premier si lamenta (curiosamente Benitez e Mourinho, due mediterranei rompevano sempre il cazzo cone queste baggianate). Poi fate voi. Io mi prendo del Gobbo, del servo della Fiat e tutta la sudditanza psicologica che volete ma voi tenetevi Gabriel e due rigori regalati.

*** Ha segnato il Pado e si e’ rotto Marchisio. Risolto il problema rumori di mercato su Marchisio. ***