023 – Sbadigli, vittorie e figure di merda sfiorate.

Inter – Juventus

E’ la dura legge del gol cantava un’illustre tifoso interista. Andava a bomba alle giostre quando sognavi la bella del paese. Un anno fa la bella del paese si chiamava Alvaro. Un anno dopo accendo candele nella speranza che il Real se lo riprenda e lui faccia spazio a Berardi e tieniamo Zaza. Ma cosa gli e’ successo?

Oggi devo dire che hanno deluso tutti i miei preferiti: Sturaro, Rugani e Zaza ma soprattutto Neto e Cuadrado. Scherzo, gli ultimi due non mi hanno deluso. Mi facevano cagare da sempre e quindi non nutrivo nessuna speranza sulle loro prestazioni. Brava, bravissima Inter. Ci si puo’ fare un film alla Rocky sul colpaccio sfiorato e sul messaggio che l’importante e’ partecipare. Hanno aiutato un po’ tutti. Dell’arbitro non parlo ma di sicuro a Neto piacciono gli underdogs perche’ ha aiutato i nero azzurri in tutti i modi: rinvii sbagliati, niente uscite e pure quando si butta dalla parte giusta per il rigore decide di farselo passare sotto il braccio. Questo e’ il filibustiere carioca che a gennaio recriminava piu’ spazio via agente. Io non gli farei giocare neanche la finale. Le finali nazionali bisogna vincerle cosi ci si puo’ concentrare a perdere quelle europee.

L’inter meritava di andare in finale, il mio amico tifoso interista no. Mi ha scritto “Cuadrado uomo di merda, simula tutta la partita”. Cuadrado a me non fa impazzire e uno dei pro di conte sulla panchina del Chelsea e’ che si tiene Cuadrado a Londra. Gioca con pressapochismo egoista, fa cazzate e si, simula. Nonostante cio’ il mio amico sosteneva che e’ legittimo prenderlo per la gola. Ora, io ho gioito per l’espulsione di Zidane in sapete tutti quale partita. Ma chiaramente fu provocato. Per quanto Brozovic abbia solo appoggiato le mani sulla gola di Cuadrado ritengo quello fallo di reazione e il fallo di reazione e’ da espulsione perche’ si punisce il gesto quanto l’intezione. Non importa che Brozovic odii i simulari.

Poi la giustizia divina ha intervenuto e l’hare krishna con treccina su zucca pelata che proprio non si puo’ vedere ha sbagliato il rigore.

La Juve ha avuto un’atteggiamento e un approcio vergognoso. Hanno sottovalutato gli avversari a tal punto da dimenticarsi che l’inter e’ pur sempre una squadra nobile e le squadre nobili si giocano sempre l’orgoglio. E infatti ci hanno creduto. Bravi!

Dispiace molto per Rugani che ha toppato miseramente. Colpevolissimo sul rigore ma soprattutto sembrava un ballerino con il cagotto per tutta la partita: insicuro, intimorito e brufoloso. Perfino gli attaccanti dell’Inter sembravano fenomeni dalle sue parti. Pero’ s’impara dagli errori e mi auguro che papa’ Allegri non sia troppo severo con lui e gli dia altre possiblita’. Rugani e’ il futuro della Juve e della Nazionale.

Ricordo pure che la prima stagione di Bonucci alla Juve non fu esattamente positiva per varie ragioni e attenuanti.

Lemina mi sembra proprio un giocatore da Marsiglia. Basta con questi stranieri che non aggiungono nessun valore. Magari l’hanno preso perche’ amico di Pogba ma certamente giocatore da rivedere e non da 10 millioni. Hernanes ha fatto un passo indietro ma non lo boccierei completamente.

Nel complessivo e’ andata di culo. Ora serve un’esame di coscienza perche’ partite cosi’ macchiano stagioni intere. Allegri, pensaci tu.

Juventus – Inter

Scusate, ma non potevamo prendere i 3 punti senza giocare? Partita assolutamente inutile.

204459556-3dee9b56-096f-4c62-ae13-403389159bf2La Juve ha anticipato l’allenamento del lunedi alla domenica. Alle pippe Allegri ha dato le casacche nero azzurre mentre i titolari in classica tenuta bianco e nera. Siccome di pippe al momento non sembra averne abbiamo invitato l’internazionale. Comunque l’inter da segni di risveglio. Ho perfino visto un loro difensore evitare un calcio d’angolo.

A questo punto sono sicuro che l’Inter in Champions non ci va, secondo me neanche in Europa league. Direi  la scelta di richiamare Mancini un anno fa e’ nei numeri alquanto sciagurata. Allenatore paraculo d’eccezione. Mago nel distruggere bilanci societari con richieste  e ripicche da Libro Cuore in acido. E ora che pare che Conte non debba piu’ usare i buoni mensa della FIGC ma che si possa finalmente accomodare ai ristoranti che lui pensa di meritarsi [auguri (non) di cuore] il mancio potrebbe finire in nazionale. A fare danni.

Ma parliamo di cose belle. Parliamo di Bonucci, uno dei piu’ forti difensori al mondo. In settimana ha fatto lo spavaldo e domenica ha tradotto in fatti le parole da bulletto riportate dalla rosea. Ci sono bulli e bulli. C’e’ Felipe Melo, per esempio, che 2 mesi fa al grido di “non dimentichiamoci che siamo l’inter” ha dato il via alla debacle della beneamata. E poi c’e’ Bonucci che dice “affossiamo l’inter”. Io Felipe lo vedo bene a Zelig mentre Leo lo farei ministro degli esteri.

Bravissimo anche Buffon che io ho un po’ bacchettato contro il Bayern. Ha salvato la sua porta e ora ha nel mirino il regord di Seba Rossi anche se quelli erano altri tempi. C’erano giocatori come Signori, Asprilla, Baggio, Mancini e Batistuta. Ora c’e’ Dzeko, Eder, Gilardino… vabbe’, ci siamo capiti.

In settimana insisterei su Hernanes titolare. Ha acquistato sicurezza ed e’ giusto insistere e dargli il benvenuto alla Juve con qualche mese di ritardo. E’ stata dura per il brasiliano. L’hanno criticato tutti, anche chi l’ha comprato. Ma lui e’ stato bravo a stare zitto, a lavorare sodo e ad aspettare il suo momento. Bravo Hernanes e scusa per le badilate di merda che ti ho tirato ma sai, in italia siamo tutti molto focosi eh beh, dai scusa, accetta questo scudetto, una finale di coppa Italia e un che sara’ sara’ in champions.

Mi piacerebbe vedere Sturaro titolare piu’ spesso ma cosi’ va. In settimana sarebbe buono anche sperimentare il modulo per il Bayern. Giochiamo con difesa a 3 o a 4? Aspettando notizie su Chiellini e spero che Allegri insista su Alex Sandro e non su Evra’ che, anche per colpa dell’eta’ e’ in fase calante notevole. Mi aspettano un po’ piu’ sicurezza da parte di Rugani. Ha fatto il compitino ma le squadre erano troppo sbilanciare per capire veramente se sia pronto o no.

In settimana e’ arrivato anche il rinnovo di Padoin, il talismano. Simone, ti vogliamo tutti bene. Dispiace per il Napoli. Ha cannato l’appuntamento europea. Squadra bellissima che restera’ incompiuta. Difficilissimo che vincera’ lo scudetto e le seconde qualificate non se le ricorda nessuno – meglio arrivare terzi nel caso ci sia una nuova calciopoli. La legge dice che in quel caso la terza qualificata vince lo scudetto.

 

 

Annunci

022 – Pessimismo e fastidio

Lo dico subito, colpa di Allegri.

Premessa – Allegri e’ l’allenatore ideale per la Juve. Deve restare e deve essere accontentato. Capito marmotta? ACCONTENTATO

Che cosa e’ andato storto? Due cose e una certezza:

Certezza – il Bayern e’ inarrivabile. Punto e basta.

Cosa numero 1 – Potevamo qualificarci primi nel girone ma abbiamo cannato per mancanza di mentalita’ europea vincente. Lo facevamo anche ai tempi di Lippi dove ci siamo qualificati molte volte con botte di culo enormi. Ricordo un anno che la qualificazione ce la regalo’ l’Olympiakos. 0Siamo arrivati secondi nel giorne e appena e’ uscito il Bayern da quella urna fetente la scelta era tra Padre Pio o San Gennaro. Colpa di Allegri? Si. E’ compito suo come allenatore far capire alla squadra quali partite sono importanti e quali partite devono essere vinte senza tentennamenti. Si e’ spiegato male? Pogba aveva il cagotto? Non lo so il perche’ ma si poteva arrivare primi e abbiamo “deciso” di non farlo.

Cosa numero 2 – il cambio di modulo. Abbiamo trovato la quadratura del cerchio con il 3-5-2 ma quando c’e’ la partita importante invece di mettere in campo la nostra formazione decidiamo di adattarci usando uno schema sciagurato basato sull’esperienza con una difesa da prova del carbonio. Buffon 38, Barzagli 35, Lichtsteiner 33, Evra 35 e Bonucci 29.L’esperienza conta ma io non sono veloce come quando avevo 22 anni. Anche quello e’ un dato di fatto.  Risultato? Siamo entrati in campo senza convinzione e con un album di figurine. Dybala nel primo tempo sembrava su pattini a rotelle ma in generale per i bianconeri la palla era una patata bollente imbevuta il balsamo di castoro. Merito degli avversari.

Ma c’era poca convinzione.  Il modulo era il 3-5-2 e si doveva scendere con la difesa a 3/5. Rugani in campo e se Khedira non stava bene doveva andare Sturaro. Io sono fedele a questa linea da sempre: devono giocare i piu’ in forma e non quello che ha fatto 3 finali mondiali.

Mi fermo qui? Ma no! Ho affilato il coltello, andiamo avanti. Mettere Hernanes in campo mi e’ sembrato un messaggio alla societa’: “Ecco, allora ci metto in campo questa caciotta brasiliana che mi avete comprato”. Invece no, perche’ la vita non e’ tutta politica e Max ha dato fiducia ad un giocatore preso a sassate da subito. Il brasiliano ha fatto bene. Magari e’ ora di credere in un giocatore che e’ stato azzoppato anche e soprattutto dal sottoscritto prima ancora che potesse esprimersi? Direi di si visto che di fatto ha cambiato la partita.

Il difensore. Come noto io sono inamorato di Rugani ma mi pare evidente che Allegri non si fidi della cimice bionda ex Empoli. Allora invece di inseguire trequartisti della minchia bisognava comprare un super difensore. Abbiamo avuto una seconda opportunita’ a gennaio ma abbiamo deciso di no. Chi dovevamo comprare? Non lo so, non e’ compito mio dirlo ma se si tiene Rugani bisogna puntarci e dargli fiducia.

Mentre scrivo stiamo migliarando, macinando ma a 20 minuti dalla fine abbiamo concesso due gol in trasferta. Boh.

Il mio e’ un inno all’importanza di credere nelle proprie convinzioni e alla non importanza dei grandi nomi. Si puo avere stile anche senza comprare vestiti costosi. Lo stile non si compra. Khedira per esempio ha cannato la partita, Buffon e’ diventato il pensionato graziosamente descritto dal Kaiser l’ultima volta che si siamo incontrati. Si si, ha parato ma ha fatto anche parecchie respinte con i pugni, come se non si fidasse.

Psicologicamente abbiamo peccato di personalita’ mettendo in campo la squadra piu’ esperta e non la squadra ideale.

Rugani non era pronto? E l’anno scorso che contro il Real ha giocato Sturaro? Quelle sono le scelte giuste. E infatti, togli Khedira e metti Sturaro e le cose si sono raddrizzate.

Poi c’e’ il caso, la fortuna che in campionato ha salvato Allegri dall’esonero nel derby col Torino e che ci ha permesso di vincere con il Napoli. E la sfortuna che ha visto Cuadrado tirarla in bocca a Neuer e Pogba sfiorare l’incrocio dei pali.

Abbiamo pareggiato e ho iniziato a scrivere sullo 0-2. Siamo una squadra fortissima ma resteremo una squadretta se ci caghiamo addosso appena sentiamo il nome Bayern. E poi c’e’ Sturaro. Io non salgo mai sul carro dei vincitori e sono incazzato ma quando vedo Sturaro mi sciolgo come un Calippo nel micro-onde.

Sturaro. Io stravedo per lui e l’ho sempre detto in tutti I miei post. Lui dovrebbe essere un pilastro della Juve. Il centrocampista che sostituira’ Pogba e all’occorenza puo’ fare il vice di tutti. Non bisogna andare a cercare in giro per il mondo giocatori improbabili. L’anno prossimo servono un trequartista da 50 millioni e un difensore da 40 e un nuovo Lichtsteiner. Basta.

Dei piagnistei romani non m’interessa ma sono rimasto un po’ deluso da Buffon questa sera.

Altra considerazione su di lui e ottica Totti. La Juve deve essere societa’ seria e secondo me si e’ comportata molto bene con Del Piero che era una zavorra psicologica e tecnica. Le bandiere devono essere trattate come lavoratori e non come senatori a vita. Non capisco il ricatto psicologico dei Totti vari “voglio chiudere la carriera qui e quindi dovete farmi giocare e rinnovare il contratto”. No, I giocatori vengono pagati e coccolati. Il ringraziamento e’ incluso nella busta paga.

Buffon dice che non finisce prima del 2018? Va bene ma deve meritarsi la Juve e non il contrario. Qualche anno fa c’e’ stata una stagione in cui Storari dava piu’ certezze.

E ora andiamo a Monaco, all’italiana. Nel senso che ci siamo fatti male da soli e ora abbiamo un solo risultato a disposizione: la vittoria. Si poteva fare meglio se solo avessimo creduto di piu’ nelle nostre convinzioni. Si poteva vincere. I tedeschi si potrebbero difendere all’italiana: giochiamo per il pareggio ma la speranza e’ che decidano di invadere la Russia in inverno e che si scoprino come lucertole al sole. Stefano-Sturaro-Juventus1-e1448946540642

Ci sono ancora 90 minuti ma il rammarico di essere scesi in campo pensando di essere inferiori resta perche’ di fatto non lo siamo stati.

021 – E cosa vuoi di piu’ dalla vita? Uno Zaza titolare.

Cash in! Scudetto prego.

Premetto: Juve con mentalita’ sbagliata. Abbiamo giocato il secondo tempo per il pareggio e si e’ vinto solo perche’ abbiamo un tasso tecnico superiore.

E penso che il pareggio sarebbe andato stretto alla societa’ che si e’ presentata allo stadio al completo – come dire: “vincere o vincere”. Oltre alla triade Marotta, Nedved e Paratici c’era anche Agnelli, la sua ex moglie, la sua amante, Marchionne e probabilmente pure l’urna di Gianni.

Primo tempo molto bello anche se non ho capito perche’ abbiamo cambiato modulo per accomodare il Napoli. La squadra gioca bene con la difesa a tre e solamente un Bonucci versione Baresi ha impedito a Higuain un goal quasi fatto. Il Napoli ha fatto un’altro paio di verticalizzazioni che sarebbero state coperte meglio con la difesa a tre. Quelli sono gli automatismi, perche’ cambiare? Migliore in campo Bonucci. Cioe’ ragazzi, quanto forte e’? Migliore difensore al mondo. Per me nei primi 3 di sicuro.

Bene, benissimo il pulcino Rugani che spero abbia dimostrato ad Allegri che non bisogna cambiare modulo per escluderlo, si puo’ contare su di lui.

Benissimo Pogba, finalmente leader. Piedi incredibili. Mi dispiace dirlo ma ha piedi da Barcelona. Non penso fosse necessario dargli la 10 ma e’ di un livello incredibile.

E’ inutile negarlo, questa era una partita importantissima. Il Napoli poteva allungare, ora la Juve puo gestire il campionato. E’ abituata a farlo. Il Napoli no. L’ho detto nel post precedente, la Juve aveva due risultati. Il Napoli uno. Psicologicamente la Juve ha preso la testa della classifica per la prima volta e nello scontro diretto. Piu’ decisiva di cosi?

Ero deluso dal secondo tempo in cui la Juve sembrava avere tirato I remi in barca. Ottimo il recupero di Khedira e pazienza se Dybala ha sentito troppo la partita. Male, malissimo Evra e mi fermo qui. Cuadrado per me e’ un giocatore da ultimi 20 minuti. Cazzeggia e non ha il rigore tattico tecnico da grande squadra. Ha sbagliato un’appoggio da disgaziato militante nel campionato Maltese. Piu’ volte ha fatto girare i coglioni ai compagni (e ai tifosi).

319376_311475358943603_1089021346_nE ora Zaza. Il talebano mi ha convertito. Non so se Morata da una parte di stipendio alla charity preferita di Allegri ma non ci sono presupposti per avere Zaza in panchina e il pomata in campo. Altra partita grigia per Alvaro. Ha fatto qualche scatto, un paio di smorfie e tre bronci. Grazie a dio si e’ fatto male.

Ora testa al Bayern – ma facciamolo da Juve. Basta con queste cagate/cambi a difesa a 4. Abbiamo giocato e vinto con la difesa a 3, che e’ all’occorrenza a 5. Giocamoci la partita da Juve. Il campionato e’ in saccoccia perche’ nonostante gli infortuni la Juve ha una qualita’ di rosa incredibile. Mi ero completamente dimenticato di Alex Sandro e poi l’ho visto in campo. Non e’ un punto che fa la differenza tra Juve e Napoli ma sono i 4 scudetti consecutivi e giocatori di caratura mondiale con mentalita’ mondiale. Per me i punti morali sono molti, molti di piu’. Se se ne rendono conto anche a Napoli il quinto scudetto e’ roba nostra.

 

020 -L’erba e’ verde, l’acqua e’ bagnata e la Juve…

L’erba e’ verde, l’acqua e’ bagnata e la Juve ha vinto. “ma non si puo’ vincere per sempre” disse un attore comparsa al buon Keanu Reeves in l’avvocato del diavolo. Mah, teoricamente si. Certo se continua a vincere anche il Napoli…

Anzi direi che entrambe le squadre si siano un po’ risparmiate.  Ma e’ inevitabile che il record distragga. E’ un fattore che conta quanto le voci di mercato che vogliono mezza Juve via (Allegri, Pogba, Morata, Dybala, Cuadrado, Zaza, Rugani…) o la situazione infortuni che si fa imbarazzante. E’ un cigolio che senti quando guida la Panda di mamma. Ti domandi cos’e’ poi ci fai l’orecchio e speri per il meglio. Con Chiellini uscito per un problema fisico mi chiedo se il buon Max non abbia pensato che forse Rugani qualche minuto in piu’ poteva giocarlo nella prima parte della stagione. Ora il piccolo bambi di cui ci si fidava solo nella amichevoli contro la primavera potrebbe giocare contro Napoli e Bayern. Non male. E forse il suo procuratore la smette di parlare.

Ma Allegri sa il fatto suo. L’anno scorso schiero’ Sturaro contro il Real. Neanche Sturaro avrebbe schierato Sturaro! Max si.

La Juve sara’ favorita’ contro il Napoli per diversi motivi:

  • Gioca in casa. Non al Delle Alpi. Di squadre eccellenti solo il Bayern e’ passato allo stadium. Generalmente la Juve non sbaglia gli scontri diretti.
  • Anche se decimata dagli infortuni e’ una squadra fortissima. Al Napoli ne invidio tanti ma forse se potessi prenderne due prenderei Allan e Insigne.
  • Le vertigini da alta classifica non vengono a chi e’ reduce da 4 scudetti di fila.
  • Il Napoli deve fare la partita della vita. La Juve no. Puo’ puntare al pareggio o alla vittoria consapevole che il Napoli non le vincera’ tutte. D’accordo, neanche la Juve, ma c’e’ una bella differenza nel dire, che so, che l’inter e’ ora a 9 punti dalla Juve o considerare una situazione inversa. (9 punti la Juve a quest’inter li recupera e li ha recuperati. L’inter, a questa Juve, mai). Da notare che Mancini e’ passato da “quei gol li faccio anche io” a “in difesa dormiamo”. A quando “sono incapace e sopravvalutato?”

Comunque e’ inutile giararci intorno. Della Serie A questa domenica frega poco a nessuno. Trovo anche poca felicita’ nel vedere l’inter pareggiare contro l’ultima in classifica. No. Io penso a Claudio e al Leicester primo in Premier. Nell’isola che Mancini e Mourinho amano stanno succedendo cose strane. Il Leicester del tinker man e’ primo. Primo e contento. Succede che ha battuto una diretta rivale in casa. Una squadra di mercenari (bella cazzata mandare in vacca la stagione annunciando Guardiola cone 5 mesi d’anticipo) che semplicemente non riesce a salvare l’onore. Diciamo che il Manchester City e’ un album di figurine. Sono disgustato dai nuovi ricchi del calcio – non geloso. Perche’ e’ la solita storia: non si aggiusta tutto con i soldi. Non tutto e’ in vendita. Non si possono comperare tradizioni e mentalita’. Non importa vendere tante magliette in Cina o fare tourne estive in America. Non serve a niente schierare Ronaldo, Bale e Kroos. Per ogni galattico ci sara’ sempre un fabbro come Sturaro con cui fare I conti. Discorso qualunquista? Si, certo, ma ho ragione.

Il calcio e’ uno sport popolare. Si puo’ vincere e si puo’ perdere… ma anche pareggiare. Gia’, il risultato non e’ per forza un + o un . I nuovi padroni del calcio non lo capiscono, sono ossessionati dalla vittoria e comprano fior di giocatori nella speranza che l’incastro funzioni. Anche per questo non piglia in America. Ho tentato di spiegare molte volte il fatto che non sono favorevole a technologia e cronometro e gli americani mi guardano come struzzi. E’ difficile costruire un franchise intorno ad il concetto di pareggio o al fatto che il cronometro scorre e non si puo’ staccare per lo spazio pubblicitario. Non voglio la moviola in campo non perche’ sono Juventino ma perche’ sarebbe il preambulo per darci di pubblicita’, e poi Justin Bieber a fine primo tempo. Ti immagini l’arbitro di calcio che annuncia la sua decisione con il megafono come fanno in NFL? No, francamente, che schifo. Il calcio e’ bello perche’ tiene conto dell’errore umano. C’e’ chi l’accetta e chi non riesce a capacitarsene. Ed e’ difficile per gli emiri di Manchester capire che Vardy vale quanto Aguero e Mahrez piu’ di Ya Ya Toure. Toure, un altro simpaticone (non a caso in orbita Inter) che l’anno scorso se la prese perche’ la societa’ non li aveva fatto gli auguri di compleanno e questanno, siccome non ha vinto il pallone d’oro africano ha detto che in fondo il premio non ha credibilita’. Mah. Queste cose succedono raramente nella NBA o NFL ma a me il calcio piace cosi’, popolare che in qualche modo, nonostante la premier, tiene il merchandising a cuccia.

E in premier succede che Claudio, signore perdente, e’ in testa. Lui che recentemente ha fallito pure in Grecia e che ci ha provato con Chelsea, Monaco, Roma, Inter e Juve. Lui, l’uomo quercia, che secondo Mourinho ha 70 anni e’ li a comandare. Per settimane I giornalisti inglesi hanno applaudito il fenomeno foxes. Giovedi’, nel podcast del Guardian un giornalista ha detto “domenica prevedo una vittoria schiacciante del City. Io i pronostici non li azzecco mai e quindi dico che vince il City”. Continuiamo a fare finta di niente. Quello del Leicester non e’ un miracolo, e’ un sogno. Tutti gufano contro l’onesto Pellegrini, uno troppo buono e onesto per allenare squadre come Real e City. Tutti vogliono il Leicester campione in Premier prima dell’avvento del santone Guardiola. Potrebbe essere il Tottenham o l’Arsenal che pero’ si caga sempre sotto quando c’e’ da fare sul serio. Onestamente una delle tre andrebbe benissimo. Tutte e tre sono uno schiaffo ai milioni sperperati. Harry Kane e’ prodotto del vivaio e Wenger ha speso si tanto per Sanchez e Ozil ma quest’anno ha preso solo Chech.

Immagino che molti vogliano il Napoli tricolore per ragioni simili al Leicester. Non li biasimo. Lo vorrei anche io se non fosse per ovvi conflitti d’interesse.