003 – Juventus – Borussia M. e il mal di Pogba.

Per chi non ha visto la partita ecco una sequenza che riassume la serata.

Cast:

Susan Alexander – Juventus.

Charles F. Kane  – gli Agnelli boyz,

Maestro di canto –  Allegri.

Mr. Leland – La razza umana

Ma andiamo allo stadio:

E di nuovo 0 a 0. Dejavu di San Siro anche se abbiamo giocato peggio. Sembrava una partita in discesa, i ragazzi hanno iniziato con buon ritmo e convinzione. Il primo tempo abbiamo atteso i tedeschi per poi ripartire ma davanti non ha funzionato qualcosa. Difesa come sempre ermetica ma quando tiri venti volte e prendi lo specchio solo 2 volte allora manchi di lucidità e cattiveria davanti. Finire la partita con Zaza e Dybala non è da squadra che ambisce a vincere la coppa. Stasera Allegri ha sbagliato formazione: Mandzukic non doveva giocare e Pereyra poteva servire dall’inizio. Cuadrado un po sottotono ma era immaginabile. Marchisio ha fatto una buona partita ma la vera incognita rimane il polpo. Anche stasera l’ho visto frustrato, c’ha provato in tutti i modi ma proprio non vuole entrare. Spero di essermi sbagliato ma sentivo qualche fischio nei confronti del gigante di Lagny sur Mer.

Tornando alla partita c’è poco da dire: potevamo vincere ma non farei un dramma. Siamo primi nel girone e andiamo in Germania avendo le idee più chiare su come affrontare la squadra teutonica. Nota di merito per Barzaglione: monumentale in entrambe le fasi, un giocatore fantastico. Sandro rivedibile ma non mi sembra un fuoriclasse. Su Dybala io sono tranquillo: sta succedendo la stessa cosa di Morata/Llorente. Pian pianino Mandzukic finirà in panchina e Dybala e Morata faranno coppia fissa.

Chiudo indignato dal comportamento della società bianconera: inaccettabile che i tifosi del Borussia abbiano occupati posti fuori dalla loro curva. Hanno venduto più di 4000 biglietti ai tedeschi e giustamente i Drughi hanno tolto i propri striscioni come protesta. Un saluto dalla Torino Milano!

Al trentesimo mi sono messo a pulire casa applicando la mentalita’ del “tanto copio la versione domani mattina”.

L’impressione e’ che la squadra sia stata costruita intorno ad un fantasista che non c’e’.

Un po’ come se Peter Pan non avesse l’isola segreta (leggasi penthouse in centro Torino con garage alla Batman) ma fosse uno sparaminchiate che lavora per Tuttosport e che noleggia l’Audi quando ha la tresca via Tinder. Vive con i suoi e ha l’abbonamento del tram.

Hernanes: il profeta che non esiste. Orfani del fantasista, che doveva essere il pivot della squadra si fatica ad accettare 35 per Dybala, 25 Alex Sandro e mettere Rugani in una Time Capsule. Approvo tutti gli aquisti ma se Allegri voleva il 10, quella doveva essere la priorita’. Perfino Neto ha giocato di piu’ di Rugani!

Nel delirio collettivo abbiamo scambiato un mulo d’area (Llorente) per un somaro (Mandzukic).  Lo so, bisognerebbe parlare della partita. Ok: zero a zero; punto e a capo.

Allo stadio si sono sentiti i fischi per Pogba, anche la mia aspirapolvere lo fischiava. Nel 98 Lippi critico’ Zidane perche’ a suo avviso Zizou si risparmiava in vista mondiale. Ecco, a me Pogba sembra stia usando questa stagione come vetrina (oltre al segreto di pulcinella che lo vede fuoriclasse ma non leader). E’ come un giocoliere che dice “guarda qua: sputo fuoco, palleggio con 3 gambe, faccio anche il verso del Polipo ma nella vasca con le anguille e incatenato non ci vado perche’ l’anno prossimo c’e’ il Barcelona”. In alcune ripartenze mi e’ sembrato che Pogba rallentasse l’azione e che invece di lanciare l’attaccante preferisse accentrarsi e tenere palla per poi provare la giocata.

Questa partita si poteva e doveva vincere per praticamente chiudere il discorso qualificazione. Invece ora bisognera’ spendere energie vere perche’ il Borussia se la giochera’, poi c’e’ il City e poi si va a Siviglia. Si poteva chiudere ma e’ mancato l’uomo dell’ultimo passaggio perche’ Cuadrado e’ un individualista che preferisce accentrarsi per poi perdere la palla piuttosto che crossare e mandarla direttamente in curva.

Sono anni che si insiste nel cercare un nuovo Di Livio, uno che crossava e faceva saltare Baggetto piu’ in alto della difesa piu’ forte di sempre:

E sono anni che si sprecano soldi su giocatori che si’ – coprono un ruolo sulla fascia ma no – non sanno o non vogliono crossare. Domanda: cosa ce ne facciamo di Mandzukic se nessuno crossa? Se la risposta e’: “li dai il filtrante in area”…no, non abbiamo il trequartista e Pogba preferisce tirare.

Se Morata e’ titolare l’altro posto se lo giocano Mandzukic, Dybala e Zaza che come caratteristiche sono molto diversi. La Juve non puo’ schierare una formazione che si adatta agli avversari. Cosa facciamo, mettiamo Mandzukic perche’ e’ piu alto della linea difensiva del Carpi? O Dybala perche’…boh non ho ancora capito cosa fa di preciso pero’ e’ un bel ragazzo. Non sono d’accordo con il mio amico dallo stadio. Andiamo in Germania piu’ preparati? Scusate, ma se la Juve deve temere il Borussia allora tanto vale stare a Torino e giocare a monopoli con le azioni Ferrari.

Non so se un trequartista di caratura mondiale possa risolvere la situazione ma di sicuro sono bastate 2 partite e un fottio di allenamenti (visto che in nazionale non ci va) per capire che Hernanes non funziona e non ha personalita’ per funzionare. A questo punto:

1 – Si accentra Cuadrado con alte probabilita’ che non funzioni ma almeno si prova.

2 –  Si prova Dybala dietro Manzo/Zaza e Morata.

3 – Si da fiducia a Pereyra, titolare in Argentina ma precario alla Pedro nella Juve.

4 – Si parla con Berardi per capire se e’ lui il vero 10 della Juve.

5 – Affidiamo il centrocampo a Padoin a cui comunque vogliamo bene.

Sembra che la strategia sia stata di prendere Hernanes, costruire il resto della squadra e pregare di arrivare all’anno prossimo con un altro scudetto. Non succedera’. Un Goetze bisognava prenderlo quest’anno e andare in bilancio negativo, o risparmiare su Alex Sandro ,o tenere Llorente e risparmiare su Mandzukic.

E’ chiaro che l’anno prossimo bisognera’ sostituire Pogba ed e’ probabile che Morata decida di rovinarsi la carriera tornando al Real. Senza contare che Lichtsteiner, Chiellini, Barzagli, Evra e Buffon saranno ancora piu’ vecchi.

Penso che per trovare la quadratura del cerchio bisogna insistere con Allegri e usare quest’anno per ricostruire in ottica anno prossimo puntando sugli investimenti fatti. Come ha detto Biasin, non si puo’ costruire una squadra attorno ad un giocatore che andra’ via.

bonucci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...